Pallamano: troppo forte la Romania, l’Italia si spegne alla distanza

È stato un debutto amaro quella della nazionale italiana di pallamano oggi al Pala Resia di Bolzano. Il girone di qualificazione ai campionati mondiali è di fatto finito ancora prima di cominciare, dato che c’era un solo posto in palio, e occorreva battere la Romania a tutti i costi.

E invece è andata male, ed è finita ancora peggio, con un divario di dieci punti forse anche un po’ oltre i demeriti dei nostri, che alla fine si sono buttati avanti alla garibaldina, ma bisogna ammettere che i più forti (e non di poco!) hanno vinto.

Si è capito da subito che la Romania aveva un piglio diverso: subito 2-0, poi fugace 2-2, ma da lì gli ospiti hanno preso in mano il gioco e lo hanno tenuto fino al termine. Certo, non tutto è da buttare. Maione e compagni hanno retto 40 minuti inseguendo sempre da vicino, ma alla fine le forze sono venute a mancare e ogni contropiede concesso con troppa facilità ai nostri avversari si risolveva in un gol.

34-24 il risultato finale, mentre nel pomeriggio l’Ucraina aveva battuto facile le Far Oer. Ora affronteremo proprio i gialloazzurri per cercare almeno il solo posto, che vale pur sempre punti nel ranking. La Romania invece può guardare avanti con fiducia. Difficile fallirà questo appuntamento.

 

Segui il gruppo QA-Olimpiadi su Facebook


About Luca Landoni 352 Articles
Ex-400/800ista con 30 anni di carriera agonistica alle spalle, da assoluto e da master, ora Giornalista Pubblicista iscritto all'Ordine della Lombardia. Nato a Milano il 29 febbraio 1968, ma trentino d'adozione. Contatto: blog@gamefox.it

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*