Tania Cagnotto: “Io alle Olimpiadi di Tokyo? Non escludo nulla”

Torna a parlare Tania Cagnotto, ex tuffatrice italiana e unica ad aver vinto un titolo mondiale. In una lunga intervista rilasciata al settimanale “Chi”, ha parlato del suo imminente parto ma anche di un clamoroso ritorno sul trampolino.

La voce circola ormai dallo scorso settembre quando Francesca Dallapè, compagna di mille gare e anche lei diventata mamma nel mese di maggio, ha lanciato la sfida: “Tania, torniamo per le Olimpiadi di Tokyo?“. Una risposta da parte della Cagnotto non è ancora arrivata e già sembra un segnale di come la tuffatrice ci stia seriamente pensando.

A conferma di questo, arrivano le parole di Tania Cagnotto: “Non mi sarei mai aspettata che Francesca mi facesse questa proposta, perché era lei quella che non vedeva l’ora di staccare, anche lei voleva diventare mamma e lo ha fatto prima di me. Evidentemente la gravidanza le ha fatto bene, è piena di energia ed è felice, la vedo carica riguardo a questo obiettivo. Solo che io, in questo momento, non posso neanche immaginarmi di vedermi lì nel 2020, perché devo valutare tante cose: come sarà il parto, come sarò io nel gestire la bambina, se sarò brava come Francesca, se sarò come mi auguro una mamma sportiva“.

Parole che lasciano intuire come adesso tutti i pensieri e le attenzioni di Tania siano giustamente rivolte al parto, atteso per la fine dell’anno. Non manca però quel filo di speranza a cui tutti gli appassionati di tuffi si tengono aggrappati: “Il ritorno è una cosa che deciderò più avanti. Di sicuro non chiudo la porta, perché ho visto tanti atleti cambiare idea dopo il ritiro e non vorrei dire di no, perché se poi dovessi ripensarci…“.

Segui il gruppo QA-Olimpiadi su Facebook


Advertisements
About Andrea Izzo 62 Articles
Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*