A caval dopato… quattro mesi dopo l’Italia vince il bronzo nel Completo

Stupefacente evento negli sport equestri, almeno a livello di gare olimpiche (magari è più frequente negli ippodromi). Quattro mesi dopo un atleta è stato trovato positivo all’antidoping, ma quell’atleta… è il cavallo.

Si tratta infatti di Samourai Du Thot, che aveva concorso a far vincere la medaglia d’argento alla Germania nel completo dell’equitazione, ovvero la prova regina di questo sport, che include dressage, salto a ostacoli e cross country.

La nostra nazionale ai campionati europei di Strzegom (Polonia) si era piazzata quarta con una grandissima prova, ma ora in seguito alla squalifica dell’amazzone Julia Krajewski si ritrova di colpo in terza posizione alle spalle della Gran Bretagna e della Svezia.

Il team neo-medagliato era composto da Pietro Roman (Barraduff), Pietro Sandei (Rubis de Prere), Vittoria Panizzon (Chequers Play The Game) e Arianna Schivo (Quefira de L’Ormeau) con capo equipe Giacomo della Chiesa.

Segui il gruppo QA-Olimpiadi su Facebook


About Luca Landoni 352 Articles
Ex-400/800ista con 30 anni di carriera agonistica alle spalle, da assoluto e da master, ora Giornalista Pubblicista iscritto all'Ordine della Lombardia. Nato a Milano il 29 febbraio 1968, ma trentino d'adozione. Contatto: blog@gamefox.it

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*