Tegola sull’atletica italiana: lo sprinter Di Franco squalificato 4 anni

Non solo Froome oggi sul fronte doping, ma anche l’attesa sentenza sul caso Gaetano Di Franco, lo sprinter campano trovato positivo a uno steroide anabolizzante in occasione del campionati assoluti di Trieste.

Come annunciato dai colleghi di Queen Atletica (qui il dispositivo) l’atleta è stato squalificato per quattro anni: evidentemente non gli sono state riconosciute attenuanti di alcun genere. E d’altronde uno steroide non è uno stimolante e i fatto che si parlasse di Drostanolone ha pesato sicuramente sul procedimento.

Si tratta di un fatto piuttosto anomalo nel panorama atletico italiano, perché spesso vengono pizzicati master o corridori di lunga lena ad esempio della corsa in montagna, ma i casi di agonisti su pista sono davvero sporadici. Inoltre Di Franco non è uno qualunque.

Aveva partecipato al raduno velocità di inizio anno a Milano e rientrava a tutti gli effetti nel giro della nazionale. Aveva 10.44 sui 100 e un tempo sotto i 21 sui 200 quindi possiamo anche parlare di perdita sportiva per il movimento oltre che umana. E per ora non ci sentiamo di dire altro. Lasciamo la parola ai soggetti interessati se vorranno intervenire sul tema.

 

Segui il gruppo QA-Olimpiadi su Facebook


About Luca Landoni 352 Articles
Ex-400/800ista con 30 anni di carriera agonistica alle spalle, da assoluto e da master, ora Giornalista Pubblicista iscritto all'Ordine della Lombardia. Nato a Milano il 29 febbraio 1968, ma trentino d'adozione. Contatto: blog@gamefox.it

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*