Pattinaggio: 9 italiani alle Olimpiadi!

La Federazione Internazionale di Pattinaggio ha ufficializzato le card a disposizione delle singole Federazioni nazionali per le prossime Olimpiadi invernali di Pyeongchang.

Grazie alla ottima stagione in Coppa del Mondo (e ai tempi conseguiti), l’Italia avrà a disposizione ben 16 “slot”, ovvero atleti-gara nelle diverse discipline del pattinaggio su pista lunga, cui se ne potranno aggiungere altre in caso di rinuncia da parte delle altre federazioni.

Qui di seguito gli italiani che hanno strappato il pass per le Olimpiadi, che si componeva dei migliori 20 posti della Coppa del Mondo e, tra coloro che non erano tra questi primi 20, delle migliori 12 prestazioni cronometriche stagionali:

  • 500 donne: Yvonne Daldossi (27ª) – Francesca Bettrone (31ª)
  • 1000 donne nessuna – (riserve: Yvonne Daldossi 1ª – Francesca Bettrone 3ª)
  • 1500 donnenessuna (riserva: Francesca Lollobrigida 1ª – Francesca Bettrone 4ª)
  • 3000 donne: Francesca Lollobrigida (16ª)
  • 5000 donnenessuna (riserva: Francesca Lollobrigida 3ª)
  • Mass Start Donne: Francesca Lollobrigida (1ª) – Francesca Bettrone (7ª)
  • Team Persuit Donne: nessuna (riserva: Italia 3ª)
  • 500 uomini: Mirko Giacomo Nenzi (32°)
  • 1000 uominiMirko Giacomo Nenzi (36°)
  • 1500 uomini: Andrea Giovannini (21°) – Nicola Tumolero (29°)
  • 5000 uomini: Nicola Tumolero (4°) – Andrea Giovannini (8°) – Davide Ghiotto (12°)
  • 10.000 uomini: Nicola Tumolero (4°) – Andrea Giovannini (8°) (solo 2 atleti previsti, Ghiotto 9°)
  • Mass Start uomini: Andrea Giovannini (3°) (riserva: Riccardo Bugari 1°)
  • Team Pursuit uomini: Italia (3ª)

Download (PDF, 300KB)

Segui il gruppo QA-Olimpiadi su Facebook


About Andrea Benatti 62 Articles
Andrea Benatti, classe '72, blogger di atletica dal 2007 di origine emiliana e milanese, con migliaia di articoli alle spalle su diversi siti e riviste specializzate Contatto: queenatletica@gmail.com

1 Comment

  1. Credo che uno dei due pass nei 10000 verrà dato a Ghiotto che è primatista nazionale ed è stato il migliore quest’anno (e anche l’anno scorso). Risulta al nono posto soltanto perchè ha gareggiato in Division B e si tiene conto anche dei 5000 per il ranking a punti.
    Ma nei 10000 come tempi è il migliore attualmente in Italia, tra l’altro non lontano dal podio mondiale lo scorso anno.
    Comunque buonissimi risultati, una delle discipline più brillanti in questo momento prima dei Giochi.
    Peccato per la vicenda con gli atleti Bosa e Bonazza, altra dimostrazione di discutibili decisioni tecniche e federali in questo paese.
    Il primo sarebbe stato sicuramente qualificato ai Giochi nei 500 e forse anche nei 1000, la seconda ,la nostra miglior giovane , avrebbe potuto fare grandi progressi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*