Fondo: a Dobbiaco vincono un norvegese (ma non è Klaebo) e la svedese Kalla. Segnali positivi per gli italiani

A Dobbiaco è cominciato il weekend del fondo con il menù che prevedeva per oggi le due gare a tecnica libera (10 km per le donne e 15 per gli uomini) a cronometro e che domani vedrà la disputa delle due gare, sulla stessa distanza di quelle di oggi, ad inseguimento (in base ai tempi odierni)  a tecnica classica.

In campo femminile ordine d’arrivo dominato dai colori norvegesi ma ad imporsi è stata una svedese: Charlotte Kalla, arrivata alla terza vittoria stagionale, dietro di lei il festival della Norvegia, seconda Raghnild Haga (distacco 5.8 secondi), terza Heidi Weng (a 13.8), quarta Astrid Jacobsen, quinta Marit Bjoergen e sesta Ingvild Flugstad Oestberg: prima non scandinava al traguardo la statunitense Jessica Diggins settima. Elisa Brocard è l’unica italiana ad essere andata in zona punti piazzandosi ventiseiesima. Le altre azzurre: quarantaduesima Lucia Scardoni, quarantaseiesima Giulia Sturz, cinquantaquattresima Ilaria Debertolis, cinquantasettesima Anna Comarella, sessantaduesima Caterina Ganz, sessantacinquesima Sara Pellegrini e sessantaseiesima Virginia De Martin Topranin.

Nella classifica di coppa guida Charlotte Kalla con 570 punti davanti a Weng (446) e Haga (435).

Tra gli uomini ad imporsi è stato un norvegese ma non il solito……..infatti Johannes Klaebo si è piazzato “solo” decimo a 35.2 secondi dal vincitore Simen Hegstad Krueger (prima vittoria in coppa per lui), secondo posto per il francese Maurice Manificat (distacco 10.6) e terzo il britannico Andrew Musgrave (a 11.5) che ha preceduto il canadese campione mondiale Alex Harvey.

In campo italiano, assente Federico Pellegrino è arrivato un ottimo quindicesimo posto, anche in prospettiva inseguimento di domani, per Francesco De Fabiani (nella foto), all’arrivo a  50.4 da Krueger, non male anche Giandomenico Salvadori che si è piazzato ventisettesimo; gli altri italiani in gara: Dietmar Nockler quarantasettesimo, Fabio Pasini cinquantasettesimo, Paolo Fanton sessantaseiesimo, Mirco Bertolina sessantottesimo, Stefano Gardener settantunesimo, Maicol Rastelli settantacinquesimo, Sergio Rigoni settantasettesimo e Claudio Muller ottantesimo.

In coppa del Mondo naturalmente in testa Klaebo con 652 punti, secondo il russo Bolshunov con 402 e terzo Manificat con 388.

Domani, come detto, le due gare ad inseguimento, alle 11.30 le donne e alle 13.30 gli uomini.

Segui il gruppo QA-Olimpiadi su Facebook


Advertisements

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*